VIA PODGORA
1
2
3a
4b
6
5
PDcantiere
7
8

Abitazioni a basso consumo energetico.

 

 Un progetto di trasformazione edilizia nel cuore di Bologna, a due passi da Porta San Felice, in un contesto abitativo denso e con una forte tradizione costruttiva in muratura, dà vita ad un complesso residenziale  a basso consumo energetico costruito con la tecnologia del legno.

Un magazzino delle poste, nato come stabilimento Ford nel 1963, è stato così trasformato in un edificio di 24 appartamenti che si articolano attorno a due nuove corti aperte verso sud.

Fatta eccezione per il solaio al piano terra e il piano interrato in cemento armato, adibito ad autorimessa, il complesso è interamente realizzato in legno. La struttura in elevazione, così come la copertura, è in pannelli portanti prefabbricati, composti da un sistema a telaio in travetti di legno di sezione 16×8 cm con passo di 62,5 cm. I solai sono realizzati con pannelli di legno X-LAM.

L’integrazione con un sistema di impianti che sfruttano energia rinnovabile permette di raggiungere un fabbisogno annuo di energia primaria per la climatizzazione invernale di 14 kwh/mqA (esclusa la produzione di acqua calda sanitaria) che con l’impianto a regime rilascia in atmosfera emissioni zero di CO2.

L’efficienza dell’impianto geotermico (15 sonde da 100 metri) e dei pannelli solari termici che soddisfano il 66% del fabbisogno di acqua sanitaria, contribuisce ad abbassare l’esigenza di energia primaria portando così il consumo complessivo dei 24 appartamenti pari a quello di 5 unità di edilizia tradizionale.

Legno e prefabbricazione, insieme, hanno prodotto un gioco scatolare di volumi giustapposti e intersecanti.

La copertura a sched caratterizza il volume esistente. Il prospetto su strada era fortemente connotato da 4 ampie arcate scavate nella muratura perimetrale in un omogeneo rivestimento di mattonelle di klinker marrone scuro. I vincoli sull’esistente hanno dato forma al progetto. La ricerca della luce, vista la scarsità di affacci, avviene attraverso 2 nuovi cortili aperti verso sud. Le tipologie edilizie si dispongono attorno ai cortili stessi, la volumetria è articolata ora in aggetto e ora a rientrare alla ricerca della migliore illuminazione/ombreggiamento e visuale. Ampie vetrate sui cortili interni, sugli angoli dei volumi in aggetto, vanno a cercare vedute trasversali, per guadagnare fughe visuali allungate ed evitare un pericoloso senso di chiusura. Tipologie edilizie di piccolo taglio al piano terra e duplex con doppi volumi e scale aperte nelle zone giorno al primo piano, dove la luce proviene dall’alto e dalle pareti; le camere da letto al piano superiore sono volumi sagomati in modo originale, combinazione dei piani del volume esistente e delle nuove partizioni.